Musica e rossi toscani

IniziativeMusica e rossi toscani

Nel viaggiare attraverso gli appuntamenti musicali internazionali, un gruppo di musicisti, di viticultori toscani, e di appassionati di musica tra cui Roberto Guerrini Fuligni e Piero Miraldi, uniti in amicizia dai comuni interessi, hanno concepito un’interessante festival denominato “Musica e rossi toscani”.
Nelle pause dei concerti del festival di Salisburgo 1999 furono per la prima volta programmati una serie di incontri musicali, ad invito, che hanno avuto luogo in terra di Siena, nel mese di agosto 2000, in concomitanza con il “Palio di Siena”. Il festival, nato come incontro privato tra amici, è stato poi riprodotto ed esteso con successo negli anni successivi. Da una parte i produttori di vino: il conte Andrea Costanti (Brunello di Montalcino), Lorenza de’Medici Stucchi Prinetti (Chianti Classico), famiglia Fuligni (Brunello di Montalcino), la famiglia Boscu Bianchi Bandinelli (Chianti Classico) ed Elisabetta Gnudi Angelini (Brunello e Chianti). Dall’altra un gruppo di importanti musicisti tra cui alcuni componenti dell’Orchestra Filarmonica di Berlino e del Sestetto d’archi della Filarmonica di Berlino, e dell’olandese “Royal Concertgebow”: Bernard Hartog, Marietta Kratz, Ying Zhang, Rebecca Schneider, Walter Küssner, Matthew Hunter, Ulrich Knörzer, Simone Jandl, Ansgar Schneider, Götz Teutsch, Ulrich Wolff, Jonathan Kelly, Walter Seyfarth, Daniele Damiano, Sevimbike Elibay, Noriko Sugyiama, Francesco Dilaghi, Cordelia Höfer, Gabriele Leporatti, Johan van Jersel, Ninke van Rijn. L’idea consiste nella realizzazione di alcuni appuntamenti musicali in agosto, durante i quali sono state ad oggi eseguite musiche del miglior repertorio classico, con incursioni nella contemporaneità, nelle ville e nei palazzi toscani di residenza dei produttori suddetti, seguiti dalla degustazione dei due vini (Brunello di Montalcino, e Chianti Classico): Personalità del mondo del vino e della cultura americana ed europea, si sono ritrovate all’insegna di “Musica e rossi toscani”, un festival che è divenuto uno degli appuntamenti da non perdere dell’estate culturale ed enologica toscana. Gli incontri si articolano in diverse combinazioni culturali, tra musiche, particolari ambientazioni territoriali e vini che di quelle terre sono antica espressione. Il primo concerto di “Musica e Rossi toscani” si tiene, ormai per consuetudine a Montalcino, in prossimità dei vigneti e delle cantine Fuligni,di proprietà della famiglia stessa da oltre un secolo. Il concerto viene eseguito nella terrazza, affacciata sul colle di Montalcino e sui vigneti, o nella sala da musica della villa “San Giovanni a Semiti”, alla sette circa del pomeriggio; segue la cena, organizzata in collaborazione con gli importatori e collaboratori tra cui in particolare gli storici importatori americani di “Fuligni” (www.empson.com), ed accompagnata dalla degustazione dell’ultima annata di Brunello Fuligni e degli altri vini, Rosso di Montalcino “Ginestreto” e “San Jacopo”.