La Cantina

I Vigneti

I vigneti, di circa dieci ettari, sono situati nella zona orientale della collina, la zona classica del Brunello. Nuovi vigneti sono stati piantati in esposizione est-sud, in terreni misti di tufo ed argille. L’età media dei vigneti si aggira intorno ai 12 anni e sono stati conservati anche alcuni impianti di oltre trent’anni di vita portanti vecchi cloni aziendali di sangiovese con una minore densità per ettaro. Il sistema di allevamento è il classico cordone speronato orizzontale (bilaterale) con un limitato carico di gemme per pianta e con una densità che varia dai 3.333 ai 5.000 ceppi per ettaro. Viene effettuata un’accurata potatura verde, con un importante diradamento delle uve al fi ne di contenere la resa per ettaro su una media globale che va dai 50 ai 55 quintali di uva. La vendemmia si svolge manualmente, con la personale partecipazione dei proprietari al fine di garantire una severa selezione delle uve, con successivi passaggi tra i filari. I vari vigneti aziendali (S.Giovanni; Il Piano; Il Ginestreto; La Bandita) vengono vinificati separatamente per tipologie di terreno ed esposizione, e successivamente assemblati tenendo conto delle tipologie di vino a cui sono destinati (Brunello “regular”, Riserva, Rosso doc) . Il Brunello di Montalcino Fuligni viene vinificato in recipienti di inox di capacità non superiore ai 60 hl, dislocati in una tinaia distante pochi metri dai vigneti, con controllo della temperatura. Alla fermentazione, segue un periodo variabile di permanenza sulle bucce e, subito dopo, viene svolta la trasformazione malolattica. Il futuro Brunello inizia il suo percorso di affinamento in tonneaux di 5 e 7,5 hl, allo scopo principale di ottenere un’adeguata fissazione degli antociani. Dopo alcuni mesi, il vino viene trasferito nelle tradizionali botti di rovere di Slavonia della capacità di 30hl, dislocate nell’antica cantina situata sotto il palazzo mediceo del XVI sec. tutt’ora residenza della famiglia Fuligni. Il Brunello, come per legge, deve essere affinato complessivamente per 4 anni nella tipologia annata (regular), mentre la riserva per 5 anni. I periodi successivi all’affinamento in legno vengono trascorsi in recipienti di inox e, per circa 8 mesi, in bottiglia, prima della commercializzazione. La tipologia “Riserva” viene prodotta nelle più grandi annate, con uve tendenzialmente provenienti dalle vigne più vecchie. Lo stesso Brunello “regular” è frutto di una rigorosissima selezione e si sono date vendemmie in cui i Fuligni hanno deciso di non produrre alcun Brunello (ad es. 1972; 1976; 2002).Il “Rosso di Montalcino” doc si fregia della denominazione “Ginestreto”e viene parzialmente affinato in barriques di rovere francese per circa sei mesi.